Accordo programmatico BIENNIO Latino greco

ACCORDO PROGRAMMATICO RIGUARDANTE:

  • – le competenze disciplinari su base modulare
  • – le abilità disciplinari su base modulare
  • – le conoscenze disciplinari su base modulare

a.s. 2018/2019       Dipartimento n. 1

ÉQUIPE DI LATINO E GRECO – coordinatore: Lupini L. DOCENTI: Becchetti V.- Fagiani M.- Lupini L. – Meniconi M. – Pellegrini E. -Ragni Calzuola L. – Rampini –
N.- Sereni L. R. – Vantaggi S.

PRIMO BIENNIO

COMPETENZE
PRIMO ANNOAcquisire le strutture e le funzioni fondamentali della lingua;
avviare le dinamiche della lettura;
riflettere sulla morfologia e sulla sintassi;
avviare all’acquisizione di tecniche traduttive;
utilizzare le lingue classiche in maniera attiva;
confrontare le lingue antiche con l’italiano e con altre lingue
moderne.
SECONDO ANNOAcquisire consapevolmente le strutture e le funzioni della lingua;
perfezionare le dinamiche della lettura;
approfondire la riflessione sulla morfologia e sulla sintassi;
consolidare l’acquisizione di tecniche traduttive;
utilizzare le lingue classiche in maniera attiva;
confrontare consapevolmente le lingue antiche con l’italiano
e altre lingue moderne
ABILITA’
PRIMO ANNOLeggere correttamente testi in prosa;
riconoscere, applicare ed esplicitare regole grammaticali;
analizzare e comprendere un testo nei suoi elementi essenziali;
usare correttamente le tecniche traduttive.
SECONDO ANNOLeggere correttamente e con espressività testi in prosa;
esporre in forma corretta ed appropriata;
analizzare e comprendere un testo;
usare consapevolmente le tecniche traduttive.
CONOSCENZE
PRIMO ANNOConoscere le strutture e le funzioni fondamentali della lingua;
conoscere gli elementi fondamentali della morfologia e della
sintassi;
conoscere gli aspetti più significativi della cultura e della civiltà
classica.
SECONDO ANNOConoscere e consolidare le strutture e le funzioni fondamentali
della lingua;
conoscere gli elementi della morfologia e della sintassi;
conoscere gli aspetti più significativi della cultura e della civiltà
classica in relazione alle componenti storico-culturali e
linguistico-lessicali,  anche attraverso lettura antologica di  testi
d’autore in Traduzione/in lingua originale secondo percorsi
tematici e di genere.
 

METODOLOGIA

Lezione frontale e dialogata; discussione e problem solving; lavori di gruppo; approccio operativo all’attività linguistica; approccio alla didattica modulare; approccio alla didattica per competenze; laboratorio di traduzione.

A giudizio del docente si utilizzerà il 20% del monte ore annuale per il rinforzo disciplinare; possibilità di attivazione dello sportello dello studente.

STRUMENTI DIDATTICI E TEMPI DI LAVORO

Libri di testo e non; dizionari; materiale cartaceo, audiovisivo e informatico; esperti; visite guidate; viaggi d’istruzione.

I tempi di lavoro seguiranno la scansione modulare in relazione ai tempi di apprendimento.

STRUMENTI DI VERIFICA

Interrogazioni e colloqui; interventi brevi; traduzioni scritte; test a risposte aperte e/o chiuse; questionari; analisi testuale; relazione; lavori di gruppo e di ricerca.

Durata delle prove scritte: da 1 a 2 ore in relazione alla tipologia. Numero prove: almeno 3 per periodo.

CRITERI DI VALUTAZIONE

Il voto, unico anche nella fase intermedia, sarà espressione di una sintesi valutativa che tenga conto della qualità della partecipazione, degli eventuali miglioramenti rispetto ai livelli di partenza, dell’interesse e dell’impegno oltre che della misurazione, attraverso le relative griglie, dei risultati conseguiti nelle singole prove disciplinari e pluridisciplinari.

Saranno utilizzate le griglie di valutazione per le prove scritte e orali e per le attività progettuali inserite nel PTOF; per prove specifiche saranno predisposte di volta in volta griglie ad hoc.

INTERVENTI DIDATTICO-EDUCATIVI INTEGRATIVI

Potranno essere attivati sportelli didattici e corsi di recupero in base alle esigenze che emergeranno nel corso dell’anno.