L’OFFERTA FORMATIVA

TRAGUARDI ATTESI IN USCITA

SECONDARIA II GRADO – TIPOLOGIA: ISTITUTO D’ARTE

ISTITUTO / PLESSICODICE SCUOLA
LICEO ARTISTICO GUBBIOPGSD02401C

A. ARCHITETTURA E AMBIENTE

Competenze comuni:

  • padroneggiare la lingua italiana in contesti comunicativi diversi, utilizzando registri linguistici adeguati alla situazione;
  • comunicare in una lingua straniera almeno a livello B2 (QCER);
  • elaborare testi, scritti e orali, di varia tipologia in riferimento all’attività svolta;
  • identificare problemi e argomentare le proprie tesi, valutando criticamente i diversi punti di vista e individuando possibili soluzioni;
  • riconoscere gli aspetti fondamentali della cultura e tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa, italiana ed europea, e saperli confrontare con altre tradizioni e culture;
  • agire conoscendo i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Europa oltre che all’Italia, e secondo i diritti e i doveri dell’essere cittadini;

Competenze specifiche

dell’indirizzo Architettura e ambiente:

  • utilizzare gli elementi essenziali che concorrono all’elaborazione progettuale di un tema di architettura;
  • individuare ed interpretare le sintassi compositive, le morfologie ed il lessico delle principali tipologie architettoniche ed urbanistiche;risolvere problemi di rappresentazione utilizzando i metodi di geometria descrittiva;
  • utilizzare software per il disegno e la composizione architettonica.

B. ARTI FIGURATIVE – GRAFICO-PITTORICO

Competenze comuni: a tutti i licei

  • padroneggiare la lingua italiana in contesti comunicativi diversi, utilizzando registri linguistici adeguati alla situazione;
  • comunicare in una lingua straniera almeno a livello B2 (QCER);
  • elaborare testi, scritti e orali, di varia tipologia in riferimento all’attività svolta;
  • identificare problemi e argomentare le proprie tesi, valutando criticamente i diversi punti di vista e individuando possibili soluzioni;
  • riconoscere gli aspetti fondamentali della cultura e tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa, italiana ed europea, e saperli confrontare con altre tradizioni e culture;
  • agire conoscendo i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Europa oltre che all’Italia, e secondo i diritti e i doveri dell’essere cittadini;

Competenze specifiche:

dell’indirizzo Arte del grafico-pittorico:

  • comporre immagini grafiche e pittoriche, digitali e in movimento, spaziando dalle tecniche tradizionali a quelle contemporaneeindividuare le strategie comunicative più efficaci rispetto alla destinazione dell’immagine;
  • ricomporre o rimontare immagini esistenti, per creare nuovi significati;
  • utilizzare le diverse metodologie di presentazione: taccuino, carpetta con tavole,”book” cartaceo e digitale, bozzetti, fotomontaggi, “slideshow”, video, etc.;
  • utilizzare software per l’elaborazione delle immagini e per l’editing video.

C. DESIGN – ARREDAMENTO E LEGNO

Competenze comuni: a tutti i licei

L’informazione corrispondente alla fonte della citazione è un campo di testo separato, simile alle didascalie sotto le immagini, così la struttura della citazione è protetta anche se selezioni, modifichi o rimuovi la fonte. È sempre facile aggiungerla di nuovo.

  • padroneggiare la lingua italiana in contesti comunicativi diversi, utilizzando registri linguistici adeguati alla situazione;
  • comunicare in una lingua straniera almeno a livello B2 (QCER);
  • elaborare testi, scritti e orali, di varia tipologia in riferimento all’attività svolta;
  • identificare problemi e argomentare le proprie tesi, valutando criticamente i diversi punti di vista e individuando possibili soluzioni;
  • riconoscere gli aspetti fondamentali della cultura e tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa, italiana ed europea, e saperli confrontare con altre tradizioni e culture;
  • agire conoscendo i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Europa oltre che all’Italia, e secondo i diritti e i doveri dell’essere cittadini;

Competenze specifiche:

di indirizzo:

  • applicare la conoscenza e le capacità d’interpretazione degli aspetti estetici funzionali, comunicativi, espressivi ed economici che caratterizzano la produzione di elementi di arredo;
  • applicare i principi e le regole della composizione e le teorie essenziali della percezione visiva;
  • impiegare in modo appropriato le diverse tecniche e tecnologie, gli strumenti e i materiali applicabili nel settore industriale e artigianale;
  • utilizzare gli elementi essenziali che concorrono all’elaborazione progettuale di un tema di arredamento;
  • gestire i processi progettuali e operativi inerenti al design per l’arredamento, tenendo conto di criteri di ergonomia e fruibilità.

SECONDARIA II GRADO – TIPOLOGIA: LICEO CLASSICO

ISTITUTO / PLESSICODICE SCUOLA
“G. MAZZATINTI”PGPC02401

A. CLASSICO

Competenze comuni: a tutti i licei

  • padroneggiare la lingua italiana in contesti comunicativi diversi, utilizzando registri linguistici adeguati alla situazione;
  • comunicare in una lingua straniera almeno a livello B2 (QCER);
  • elaborare testi, scritti e orali, di varia tipologia in riferimento all’attività svolta;
  • identificare problemi e argomentare le proprie tesi, valutando criticamente i diversi punti di vista e individuando possibili soluzioni;
  • riconoscere gli aspetti fondamentali della cultura e tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa, italiana ed europea, e saperli confrontare con altre tradizioni e culture;
  • agire conoscendo i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Europa oltre che all’Italia, e secondo i diritti e i doveri dell’essere cittadini;

Competenze specifiche: del liceo Classico

  • applicare, nei diversi contesti di studio, di ricerca e di lavoro, la conoscenza delle linee di sviluppo della tradizione e della civiltà occidentale e del suo patrimonio culturale, nei diversi aspetti, in particolare per poter agire criticamente nel presente;
  • utilizzare la conoscenza delle lingue classiche e delle loro strutture linguistiche per padroneggiare le risorse linguistiche e le possibilità comunicative dell’italiano, in relazione al suo sviluppo storico, e per produrre e interpretare testi complessi;
  • applicare le conoscenze e le abilità apprese in ambito linguistico, storico, filosofico e scientifico per condurre attività di ricerca, per affrontare e risolvere problemi nuovi, utilizzando criticamente le diverse forme di sapere e le loro reciproche relazioni;
  • utilizzare gli strumenti del Problem Posing e Solving e i procedimenti argomentativi sia della scienza sia dell’indagine di tipo umanistico.

B. SCIENTIFICO

Competenze comuni: a tutti i licei

  • padroneggiare la lingua italiana in contesti comunicativi diversi, utilizzando registri linguistici adeguati alla situazione;
  • comunicare in una lingua straniera almeno a livello B2 (QCER);
  • elaborare testi, scritti e orali, di varia tipologia in riferimento all’attività svolta;
  • identificare problemi e argomentare le proprie tesi, valutando criticamente i diversi punti di vista e individuando possibili soluzioni;
  • riconoscere gli aspetti fondamentali della cultura e tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa, italiana ed europea, e saperli confrontare con altre tradizioni e culture;
  • agire conoscendo i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Europa oltre che all’Italia, e secondo i diritti e i doveri dell’essere cittadini;

Competenze specifiche: del liceo Scientifico

  • applicare, nei diversi contesti di studio e di lavoro, i risultati della ricerca scientifica e dello sviluppo tecnologico, a partire dalla conoscenza della storia delle idee e dei rapporti tra il pensiero scientifico, la riflessione filosofica e, più in generale, l’indagine di tipo umanistico;
  • padroneggiare le procedure, i linguaggi specifici e i metodi di indagine delle scienze sperimentali;
  • utilizzare strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellizzazione e la risoluzione di problemi;
  • utilizzare le strutture logiche, i modelli e i metodi della ricerca scientifica, e gli apporti dello sviluppo tecnologico, per individuare e risolvere problemi di varia natura, anche in riferimento alla vita quotidiana;
  • utilizzare i procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, padroneggiando anche gli strumenti del Problem Posing e Solving.

C. SCIENZE UMANE

Competenze comuni: a tutti i licei

  • padroneggiare la lingua italiana in contesti comunicativi diversi, utilizzando registri linguistici adeguati alla situazione;
  • comunicare in una lingua straniera almeno a livello B2 (QCER);
  • elaborare testi, scritti e orali, di varia tipologia in riferimento all’attività svolta;
  • identificare problemi e argomentare le proprie tesi, valutando criticamente i diversi punti di vista e individuando possibili soluzioni;
  • riconoscere gli aspetti fondamentali della cultura e tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa, italiana ed europea, e saperli confrontare con altre tradizioni e culture;
  • agire conoscendo i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Europa oltre che all’Italia, e secondo i diritti e i doveri dell’essere cittadini;

Competenze specifiche: del liceo delle Scienze Umane

  • utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici per svolgere attività di studio e di approfondimento, per fare ricerca e per comunicare, in particolare nell’ambito delle scienze sociali ed umane;
  • utilizzare gli apporti specifici e interdisciplinari della cultura pedagogica, psicologica e socio-antropologica nei principali campi d’indagine delle scienze umane;
  • operare riconoscendo le principali tipologie educative, relazionali e sociali proprie della cultura occidentale e il ruolo da esse svolto nella costruzione della civiltà europea, con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle pratiche dell’educazione formale, informale e non formale, ai servizi alla persona, al mondo del lavoro, ai fenomeni interculturali;
  • applicare i modelli teorici e politici di convivenza, identificando le loro ragioni storiche, filosofiche e sociali, in particolare nell’ambito dei problemi etico-civili e pedagogico- educativi;
  • utilizzare, in maniera consapevole e critica, le principali metodologie relazionali e comunicative.
Approfondimento

INSEGNAMENTI E QUADRI ORARIO

CURRICOLO DI ISTITUTO

NOME SCUOLA I.I.S. “G. MAZZATINTI”
(ISTITUTO PRINCIPALE)
SCUOLA SECONDARIA II GRADO
NOME SCUOLAG. MAZZATINTI”
(PLESSO)
SCUOLA SECONDARIA II GRADO

CURRICOLO DI SCUOLA

Nel primo biennio del Liceo Classico l’offerta formativa è stata ampliata con un’ora di Storia dell’arte, da svolgersi in orario curricolare e con una valutazione in pagella.

EVENTUALI ASPETTI QUALIFICANTI DEL CURRICOLO

Curricolo verticale:

Criteri per la costruzione di un curricolo verticale La dimensione verticale, secondo continuità e ricorsività, è costruita selezionando i contenuti in base a nuclei fondanti i saperi e significatività degli apprendimenti. Per ogni materia si trova un’ipotesi di curricolo verticale che indica: Livelli di competenza in uscita dal biennio e dal triennio Organizzazione del curricolo della disciplina nella prospettiva della verticalità e orizzontalità Organizzazione dei saperi e competenze articolati in conoscenze e abilità con l’indicazione degli assi culturali e delle competenze chiave di cittadinanza

Proposta formativa per lo sviluppo delle competenze trasversali

CURRICOLO COMPETENZE TRASVERSALI Criteri per la costruzione di un curricolo delle competenze trasversali Le competenze trasversali sono comuni a più discipline non in quanto astraggono da esse ma perché attengono a più discipline o a tutte, declinandosi diversamente in ciascuna di esse o in tutte. Le competenze generali trasversali risultano pochissime, sempre le stesse nel corso del curricolo: non competenze diverse si conseguiranno, pertanto, nei vari cicli o indirizzi o altri segmenti, bensì gradi differenziati delle medesime, specificati entro ciascuna disciplina, che deve saper riconoscere ed indicare le proprie competenze peculiari rispetto a questo quadro generale. Saper comunicare, inteso nella sua complessità e nelle sue diverse articolazioni (relazionarsi, confrontarsi con l’altro da sé, transcodificare, elaborare ‘testi’ – in senso lato – coerenti e coesi anche sul piano delle presupposizioni e così via). Tale macrocompetenza si fonda sulla possibilità di costruire e interpretare il sapere specifico di ogni disciplina ed area, nei termini delle seguenti competenze generali: Saper selezionare (osservare, percepire, delimitare il campo d’indagine, scegliere i dati pertinenti,…); Saper leggere (in senso lato, e pertanto analizzare, inferire, decodificare, interpretare, …); Saper generalizzare (sintetizzare, astrarre: andare dal particolare al generale, dall’informazione al concetto,…) Saper strutturare (mettere in relazione e in rete, confrontare, falsificare le ipotesi, strutturare un modello aderente ai dati selezionati e conscio dell’uso sociale dei saperi, rappresentare lo/nello spazio e il/nel tempo, elaborare prodotti, …).

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

SPORTIVI DEL MAZZATINTI

Descrizione: l progetto ha visto la scuola sottoscrivere convenzioni con le molteplici Associazioni e Società sportive del territorio, che hanno permesso agli studenti dell’indirizzo sportivo, e non solo, di svolgere esperienze di vario tipo. In particolar modo, seguendo gli interessi e le aspirazioni degli studenti, questi ultimi sono stati inseriti nelle organizzazioni ed hanno svolto attività di segreteria, supporto alla gestione amministrativa e supporto allo svolgimento dell’attività sportiva in qualità di aiuto allenatori durante il periodo invernale ed estivo. Le associazioni sportive quali GUBBIO RUNNERS e COMITATO EUGUBINO CORSE AUTOMOBILISTICHE, ad esempio, hanno proposto progetti di collaborazione
anche per l’organizzazione di eventi nazionali ed internazionali (CROSS, TROFEO FAGIOLI, MASTER CLIMB HILL) ai quali abbiamo partecipato a supporto di tutta la fase organizzativa e di realizzazione.

MODALITA’

  • Alternanza Scuola-Lavoro presso Struttura Ospitante

SOGGETTI COINVOLTI

  • ASSOCIAZIONE GUBBIO RUNNERS,
  • COMITATO EUGUBINO CORSE AUTOMOBILISTICHE,
  • GUBBIO CALCIO spa,
  • ASD FONTANELLE CALCIO,
  • CIRCOLO TENNIS GUBBIO.

DURATA PROGETTO: Triennale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE PREVISTA: La valutazione, fatta dalle aziende ospitanti, ricade nel voto di condotta.

SETTORE SOCIALE

Descrizione: Per l’indirizzo Scienze Umane, ma con progetti aperti a tutti gli studenti che, per inclinazione o interesse personale, possono essere interessati al mondo del sociale, si sono creati progetti con le Associazioni, Società ed Enti del settore. L’elemento caratterizzante dei percorsi è stata l’attività di supporto a tutte le situazione che necessitano di protezione e tutela di vario tipo. L’obiettivo comune di tutti i progetti è stato quello di far entrare gli studenti nelle attività di sostegno a bambini, giovani, anziani e disabili, con adeguato senso di responsabilità e consapevolezza, vista la complessità delle situazioni che si potevano incontrare. Tutte le attività si sono svolte presso struttura esterna con fasi di formazione a scuola.

MODALITA’

  • Alternanza Scuola-Lavoro presso Struttura Ospitante

SOGGETTI COINVOLTI

  • COOPERATIVA A.S.A.D.,
  • CASA DI RIPOSO MOSCA,
  • COOPERATIVA IL SICOMORO,
  • ASSOCIAZIONE SPIRIT ONLUS,
  • CESTINO DEI TESORI

DURATA PROGETTO: Triennale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE PREVISTA: La valutazione, fatta dalle aziende ospitanti, ricade nel voto di condotta.

ATTIVITA’ MUSEALE – BENI CULTURALI – VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO -ARTIGIANATO ARTISTICO

Descrizione: Si sono inserite, in un unico progetto, diverse possibilità di lavoro all’interno dei musei della città, degli uffici Beni Culturali, della Biblioteca del Comune di Gubbio. Gli studenti hanno potuto toccare con mano diverse esperienze, che vanno dalla gestione amministrativa e organizzativa di un ufficio, alla relazione con l’utenza fino alla realizzazione di veri e propri percorsi tematici di scoperta del territorio (VIVI GUBBIO) nel quale hanno svolto l’attività di guida, in italiano e in inglese, a gruppi di turisti. Di rilievo, per l’aspetto della valorizzazione dell’artigianato artistico la collaborazione con ARTE LIBRO UNA LUNA , associazione che si occupa della riscoperta e diffusione dell’arte della miniatura, dove gli studenti hanno imparato e collaborato fattivamente alla realizzazione di copie delle cantorie medievali attribuite ad Oderisi da Gubbio. Sono molti gli eventi e le manifestazioni, di rilevanza nazionale, a cui gli studenti hanno partecipato in qualità di responsabili accoglienza, addetti INFO POINT, accompagnatori di gruppi. Importante la presenza della nostra scuola al FESTIVAL DEL MEDIOEVO, alla GIORNATA DEL FAI, ecc.

MODALITÀ

  • Alternanza Scuola-Lavoro presso Struttura Ospitante

SOGGETTI COINVOLTI

  • COMUNE DI GUBBIO,
  • ASSOCIAZIONE MEDUSA,
  • DIOCESI DI GUBBIO,
  • FAI,
  • ARTELIBRO UNA LUNA

DURATA PROGETTO: Triennale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE PREVISTA: La valutazione, fatta dalle aziende ospitanti, è ricaduta nel voto di condotta.

PROGETTI SCIENTIFICI

Descrizione: La scuola ha aderito alla proposta dell’Associazione che organizza la Festa di Scienza e Filosofia, promossa e organizzata dal Laboratorio di Scienze Sperimentali – Onlus, dal Comune di Foligno e dall’Associazione Oicos riflessioni, in collaborazione con la Regione Umbria. Gli studenti, sotto la guida dei docenti tutor, affrontano periodicamente i temi che vengono proposti dagli organizzatori. I lavori migliori vengono pubblicati sul sito dell’evento e premiati a fine percorso. Il Polo Liceale Mazzatinti, con i lavori dei suoi studenti, è stato più volte presente nel sito e nel blog della Festa. A fianco di esperienze di questo tipo, la scuola collabora con UNiPg, attraverso giornate di partecipazione e studio presso le Facoltà Scientifiche presenti nella sede di Perugia

MODALITÀ:

  • Alternanza Scuola-Lavoro presso Str. Ospitante e IFS

SOGGETTI COINVOLTI:

  • LABORATORIO DI SCIENZE SPERIMENTALI ONLUS – UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PERUGIA

DURATA PROGETTO: Triennale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE PREVISTA: La valutazione, fatta dalle aziende ospitanti, ricade nel voto di condotta.

ESPERIENZE ASL ALL’ESTERO

Descrizione: Gli studenti interessati al mondo Diplomatico e delle Relazioni Internazionali hanno partecipato ad un complesso progetto di formazione multidisciplinare che li ha portati fino a New York, dove alla sede ONU sono stati per tre giorni protagonisti attraverso proposte sui temi scottanti delle relazioni internazionali. Le materie approfondite durante il percorso sono state: geopolitica diritto internazionale, sociologia e inglese. I docenti tutor hanno seguito gli studenti, nel percorso complesso, che li ha portati a confrontarsi con i colleghi dei paesi degli Stati rappresenti nell’ONU.

MODALITÀ

  • Alternanza Scuola-Lavoro presso Str. Ospitante e IFS

SOGGETTI COINVOLTI

  • ITALIAN DIPLOMATIC ACADEMY

DURATA PROGETTO: Triennale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE PREVISTA: La valutazione, fatta dalle aziende ospitanti, ricade nel voto di condotta.

INIZIATIVE DI AMPLIAMENTO CURRICOLARE

GIORNALE D’ISTITUTO: INVIO

Elaborazione e pubblicazione del giornale d’Istituto sia in formato cartaceo sia online. Area: Potenziamo la lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

Il progetto si propone di affiancare la pubblicazione on line della rivista di Istituto ‘Invio’ a quella cartacea. Si prevede la formazione di una redazione composta da alunni e docenti, che in pianta stabile si occupino di raccogliere e diffondere le notizie legate alla vita scolastica. Rispetto alla produzione della rivista su carta (con un’uscita a dicembre e una a maggio/giugno), la pubblicazione on line si gioverebbe di una maggiore tempestività nella diffusione delle notizie, coinvolgendo ulteriormente gli studenti ed allargando la platea dei possibili fruitori interni ed esterni al mondo della scuola. Le attività di redazione e la realizzazione di un sito dedicato alla rivista potrebbero inoltre costituire una “simulazione di impresa”, che in quanto tale offrirebbe ai ragazzi l’occasione di svolgere ore di alternanza scuola/lavoro, così come previsto dalla Legge 107/2015.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticalInterno
Classi aperte parallele
Altro

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Biblioteche:Classica

LABORATORIO TEATRALE

Laboratorio teatrale con messa in scena, a fine anno scolastico, di uno spettacolo teatrale, aperto a tutta la comunità. Area: Potenziamo la lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese: Il palcoscenico: luogo di incontro, condivisione, crescita, espressione di sé e degli altri, per sostenere gli alunni nel loro percorso di crescita e formazione morale e culturale

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliEsterno
Classi aperte parallele
Altro

Risorse Materiali Necessarie:

Aule:Aula magna

LEGGERE LA DIVINA COMMEDIA

Lettura e commento della Divina Commedia con una didattica multimediale. Area: Potenziamo la lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

La Divina Commedia è il poema più complesso e importante della nostra letteratura e affinché i ragazzi della scuola vengano introdotti per la prima volta a questo poema, è necessario catturare il loro interesse fin dall’inizio in modo positivo, anche metodologico e tecnico, soffermandosi sul significato della parola Commedia (lieto fine) e sull’esperienza del Viaggio. Solo se saranno stati positivamente stimolati, potranno aver voglia di approfondire lo studio. In effetti all’interno della Commedia ci sono molti avvenimenti avventurosi, drammatici, commoventi, grotteschi, grande varietà di situazioni e personaggi, reali, mitici, storici, fantastici.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte parallele

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Magna

TORNEO DI LETTURA

Torneo di lettura, rivolto alle classi del biennio degli istituti di scuola secondaria di secondo grado della città, in collaborazione con la Biblioteca Comunale Sperelliana. Area: Potenziamo la lingua madre. Area: Potenziamo la lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento della lingua madre

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classeInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Biblioteche:Classsica
Biblioteca Comunale Sperilliana
Aule:Magna

MARATONA DI LETTURA

Maratona di lettura durante la settimana della Lingua italiana Area: Potenziamo la Lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento della lingua madre

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe
Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Biblioteche:Classica
Aule:Magna

NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO

Maratone di letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti plastiche e visive; concerti ed attività musicali e coreutiche; presentazioni di libri e incontri con gli autori; cortometraggi e cineforum; esperimenti scientifici; degustazioni a tema e ispirate al mondo antico Area: Potenziamo la lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

In una data comune, in contemporanea dalle 18:00 alle 24:00, le scuole aprono le loro porte alla cittadinanza e gli studenti dei Licei Classici d’Italia si esibiscono in svariate performances: maratone di letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti plastiche e visive; concerti ed attività musicali e coreutiche; presentazioni di libri e incontri con gli autori; cortometraggi e cineforum; esperimenti scientifici; degustazioni a tema e ispirate al mondo antico … e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Altro Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Aule:Magna

OLIMPIADI DI ITALIANO

Partecipazione alle Olimpiadi di Italiano per la valorizzazione delle eccellenze Areas: Potenziamo la Lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento della Lingua madre

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Biblioteche:Classica
Aule:Aule generiche

OLIMPIADI DELLE LINGUE CLASSICHE

Partecipazione alle Olimpiadi delle Lingue Classiche per la valorizzazione delle eccellenze Area: Potenziamo la Lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento della lingua madre

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Biblioteche:Classica
Aule:Aula generica

CAFFÈ FILOSOFICO-LETTERARIO

Attività seminariali su tematiche interdisciplinari Area: Potenziamo la Lingua madre

Obiettivi formativi e competenze attese

L’obiettivo fondamentale del progetto è quello di far acquisire agli studenti l’amore per la lettura e per la cultura, conoscere se stessi attraverso la relazione con l’altro e orientarsi con senso critico nel mondo contemporaneo

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Biblioteche:Classica
Aule:Magna

IA – SCUOLA E FUTURO

Corso di robotica Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Il progetto è rivolto a comprendere i mutamenti conoscitivi e tecnologici che si sono resi visibili nelle nuove organizzazioni del lavoro. Mutamenti che hanno comportato cambiamenti irreversibili nei processi produttivi e nella vita delle persone. Tali veloci cambiamenti nel sistema conoscitivo e produttivo devono vedere la scuola come parte attiva ed utile alla società. In questo contesto la scuola può svolgere un ruolo di “apripista” nella coscienza delle nuove generazioni verso la comprensione dei campi di utilizzo dell’intelligenza artificiale, della sua origine e delle conseguenze e responsabilità che mette in campo. In una fase successiva il progetto può assumere il ruolo di “volano/raccordo” per le aziende e associazioni del territorio verso nuovi mestieri. Mestieri dove le conoscenze e la creatività giocheranno il ruolo di discrimine tra occupazioni soddisfacenti o insoddisfacenti perché precarie e sottopagate.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule: Magna

BIBLIOTECA 2.0: BIBLIOTECA DIGITALE DI LEZIONI VIDEO INCENTRATE SU SELEZIONATI ARGOMENTI DI MATEMATICA

Biblioteca digitale di lezioni video di argomenti di Matematica Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet

ATTIVITÀ DI SPORTELLO POMERIDIANO DI MATEMATICA

Approfondimento e potenziamento di Matematica in orario pomeridiano Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziare le competenze logico – matematiche

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

APERTURA POMERIDIANA DEL LABORATORIO DI FISICA DELLA SEDE DI VIA DELL’ARBORETO

Attività di laboratorio Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle competenze dell’area matematica e scientifica.

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte parallele Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratorio:Fisica

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE IN INFORMATICA: ATTIVITÀ RIVOLTA AL BIENNIO

Corso di potenziamento di informatica per le classi del biennio Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Introdurre il concetto di programma, diagramma di flusso ed avviare all’uso di un linguaggio di programmazione ad oggetti anche nell’ottica del Progetto IA del triennio

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte paralleleRisorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Informatica

PIANO DELLE LAUREE SCIENTIFICHE (FISICA, CHIMICA, GEOLOGIA): ATTIVITÀ SVOLTA IN COLLABORAZIONE CON UNIPG E RIVOLTA AL TRIENNIO

Attività di orientamento in uscita in connessione con l’Università degli Studi di Perugia. Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica e attività di orientamento universitario

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte paralleleRisorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Chimica
Fisica
Aule:Aula generica

PROGETTO “LA FISICA IN MOTO”: VISITA AL LABORATORIO INTERATTIVO DI FISICA REALIZZATO ALL’INTERNO DELLA FABBRICA DUCATI.

Sperimentazione di macchinari interattivi Area: Potenziamento dell’area logico- matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Scopo del laboratorio è quello di sperimentare, grazie ad alcuni macchinari interattivi appositamente progettati e realizzati, la concretezza dei principi fisici studiati a scuola.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Fisica

ATTIVITÀ DI COLLABORAZIONE CON IL LABORATORIO DI SCIENZE SPERIMENTALI DI FOLIGNO

Attività di collaborazione con il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classiRisorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratorio:Con collegamento ad Internet
Scienze
Aule:Aule generiche

PROGETTI CON LA FESTA DELLA SCIENZA E FILOSOFIA DI FOLIGNO

Attività seminariali e sperimentali con la Festa della Scienza e Filosofia di Foligno Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Altrorisorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Scienze

CORSO DI DISEGNO E RAPPRESENTAZIONE

Corso di disegno e rappresentazione in orario extracurricolare Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Corso propedeutico a scelte universitarie di tipo tecnico-scientifico (Ingegneria, Architettura, Design)

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet

OLIMPIADI DELLA MATEMATICA

Partecipazione alle Olimpiadi della Matematica Area: Potenziamento dell’area logico- matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica e valorizzazione delle eccellenze

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Altro Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

OLIMPIADI DI SCIENZE

Partecipazione alle Olimpiadi di Scienze Area: Potenziamento dell’area logico- matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area scientifica e valorizzazione delle eccellenze

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Scienze
Biblioteca:Classica
Aule:Aula generica

OLIMPIADI DELLE NEUROSCIENZE

Partecipazione alle Olimpiadi delle Neuroscienze Area: Potenziamento dell’area logico- matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area scientifica per la valorizzazione delle eccellenze

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Scienze
Biblioteche:Classica
Aule:Aula generica

OLIMPIADI DI CHIMICA

Partecipazione alle Olimpiadi di Chimica Area: Potenziamento dell’area logico- matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dell’area scientifica per la valorizzazione delle eccellenze

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Chimica
Biblioteche:Classica
Aule:Aula generica

CORSO DI STECHIOMETRIA

Attività di risoluzione di problemi di Chimica rivolta al triennio Area: Potenziamento dell’area logico-matematica e scientifica

Obiettivi formativi e competenze attese

Risoluzione di problemi chimici

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Chimica

RAFFORZAMENTO DELLO STUDIO DELLA LINGUA 2 (INGLESE)

Ampliamento della proposta formativa in orario curricolare ed extracurricolare tramite attività di didattica laboratoriale, a classi aperte, organizzata in gruppi di apprendimento di livello similare; corsi di potenziamento della lingua inglese (L’inglese con gli inglesi: conversazioni, seminari, riflessioni sul mondo contemporaneo con docente di madrelingua, utilizzando materiale autentico, quotidiani, riviste, BBC, news, website). Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento della lingua 2 (Inglese)

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliEsterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Lingue

CORSI DI LINGUE ‘ALTRE’: FRANCESE, TEDESCO, SPAGNOLO.

Prosecuzione dello studio della lingua studiata nel precedente segmento di formazione o avvio a nuovi percorsi formativi con possibilità di accedere alle certificazioni Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle lingue straniere

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
AltroRisorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

SCAMBI LINGUISTICI E CULTURALI

Scambi linguistici e culturali Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle lingue straniere

DESTINATARIRISORSE UMANE
Gruppi classeInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica
Magna

PROGETTI CLIL

Promozione di una metodologia didattica indispensabile per confrontarsi con i sistemi educativi europei Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle lingue straniere

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe Interno
Classi aperte parallele  

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

ERASMUS+

Partecipazione a progetti europei di mobilità rivolti a studenti, docenti, personale Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle lingue straniere

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Biblioteche:Classica
Aule:Magna
Aula generica

E-TWINNING

E-Twinning Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle lingue straniere

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe Interno
Classi aperte parallele  

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Lingue

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE

Certificazioni delle competenze linguistiche dal livello B1 al livello C1 (Certificazioni Cambridge) – Pet, First, Cae – per le quali l’istituto è sede territoriale Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle lingue straniere

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte paralleleRisorse professionali interne ed esterne
Altro

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Lingue

SAVE ARTE THROUGH ENGLISH

Conoscere l’arte tramite la lingua straniera in collaborazione con enti pubblici e associazioni Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento delle lingue straniere

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classeInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

ENGLISH FOR SCIENCE

Visite guidate in lingua presso laboratori scientifici (Università) e aziende presenti nel territorio Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento della lingua inglese ‘for specific purposes”

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe         Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Scienze

CONTATTI CON UNIVERSITÀ STRANIERE PER CONOSCERE POTENZIALI PERCORSI DI STUDIO IN ITALIA E ALL’ESTERO

Contatti con Università straniere Area: lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Conoscenza di potenziali percorsi di studio in Italia e all’estero in lingue straniere

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte paralleleRisorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet

CORSI DI FORMAZIONE PER ADULTI DI LINGUA STRANIERA

Corsi di lingua straniera per adulti Area: Lingue straniere

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione di di conoscenze e competenze per accedere alle certificazioni e potenziare la lingua straniera

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Altro Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad internet

AMPLIAMENTO , NEL PRIMO BIENNIO, DELLO STUDIO DELLA STORIA DELL’ARTE

Ampliamento curricolare nel primo biennio del Liceo Classico dello studio della Storia dell’arte Area: Progetto vivere l’arte

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione e potenziamento dello studio della Storia dell’arte, quale disciplina portante di un curriculum scolastico completo, sia nell’ambito storico-artistico sia nell’ambito dei diversi linguaggi

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classeInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

APPRENDISTI CICERONI (FAI)

Grazie alla collaborazione delle Delegazioni e dei Beni FAI, i ragazzi accompagnano il pubblico alla scoperta del patrimonio di arte e natura del proprio territorio Area: Progetto vivere l’arte

Obiettivi formativi e competenze attese

Potenziamento dello studio e della conoscenza della Storia dell’arte; promozione della cittadinanza attiva e democratica

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte paralleleRisorse professionali interne ed esterne
Altro

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

PARTECIPAZIONE A PROGETTI FINALIZZATI ALLA CONOSCENZA DEL PATRIMONIO ARTISTICO E DEL PAESAGGIO

Partecipazione a progetti finalizzati alla conoscenza del patrimonio artistico e del paesaggio, proposti a livello locale, nazionale ed europeo Area: Progetto vivere l’arte

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione della conoscenza del patrimonio artistico e del paesaggio

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliRisorse professionali interne ed esterne
Classi aperte parallele

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Disegno
Multimediale

ATTIVITÀ LABORATORIALE PER FAVORIRE LA PROGETTUALITÀ E LA CREATIVITÀ

Attività laboratoriale extra-curricolare, trasversale a tutti gli indirizzi dell’Istituto, per favorire la progettualità e la creatività, attraverso la promozione grafica di supporto a progetti, attività didattica e divulgativa scolastica Area: Progetto vivere l’arte

Obiettivi formativi e competenze attese

Favorire la progettualità e la creatività, attraverso la promozione grafica di supporto a progetti, attività didattica e divulgativa scolastica

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

PROGETTO LIBERA

Promozione di attività volte alla conoscenza quale via maestra al cambiamento: memoria delle vittime innocenti delle mafie, impegno per la giustizia sociale Area: Cittadinanza attiva e democratica

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione della cittadinanza attiva e democratica

DESTIATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe
Classi aperte verticali
Classi aperte parallele
Altro

Risorse Materiali Necessarie:

Aule:Aula generica

PROGETTO IN STRADA CON SICUREZZA

Attività di formazione alla guida sicura Area: Cittadinanza attiva e democratica

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione di un approccio consapevole con il proprio corpo e con i mezzi

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe Risorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

PROGETTO DI PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE E ATTUAZIONE DEI PRINCIPI DI PARI OPPORTUNITÀ

Progetto, in collaborazione con l’amministrazione del Comune di Gubbio, di prevenzione della violenza di genere e attuazione dei principi di Pari Opportunità Area: Cittadinanza attiva e democratica

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione della parità fra i sessi, prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni derivanti

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classeRisorse porfessionali interne ed esterne
Classi aperte parallele

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

PROGETTO BENESSERE

Attività di formazione volte alla promozione della conoscenza del proprio corpo, a corrette pratiche di vita quotidiana e alla prevenzione della malattia Area: Cittadinanza attiva e democratica

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione del benessere e tutela della salute

DESTINATARI RISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe Risorse professionali interne ed esterne
Classi aperte parallele  

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Magna
Aula generica

CINEFORUM A SCUOLA

Visione di film e discussione Area: Progetto cinema

Obiettivi formativi e competenze attese

L’attività promuove la conoscenza del lessico di base di un’opera cinematografica, dei meta-linguaggi contenuti in un film, il senso critico ed estetico

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Aule:Proiezioni

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

Organizzazione dell’attività sportiva scolastica Area: Progetto area sportivo motoria

Obiettivi formativi e competenze attese

Il centro sportivo scolastico persegue i seguenti obiettivi: • favorire la crescita psicologica, emotiva, sociale, oltre che fisica degli studenti; • promuovere stili di vita corretti; • sostenere gli studenti nel vivere il proprio corpo con maggiore serenità e fiducia; • promuovere il confronto con gli altri per affrontare esperienze in comune e saper essere squadra con spirito positivo; • offrire la possibilità a tutti gli alunni di conoscere varie discipline sportive anche in ruoli differenti da quello di atleta; • costituire un momento di confronto sportivo leale e corretto; • diffondere i valori positivi dello sport.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Strutture sportive:Calcetto
Campo basket
Pallavolo all’esterno
Palestra

CAMPIONATI SPORTIVI STUDENTESCHI

Partecipazione ai campionati sportivi studenteschi Area: Progetto area sportivo- motoria

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione dell’attività agonistico-sportiva

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Strutture sportive:Calcetto
Campo basket
Pallavolo all’esterno
Palestra

SPERIMENTAZIONE DIDATTICA STUDENTE-ATLETA DI ALTO LIVELLO

Programmazione di azioni efficaci per promuovere il diritto allo studio e il successo formativo di studenti praticanti attività agonistiche di alto livello Area: Progetto area sportivo-motoria

Obiettivi formativi e competenze attese

L’obiettivo del programma di sperimentazione è quello di implementare il sostegno ed il supporto alle scuole nella programmazione di azioni efficaci che permettano di promuovere concretamente il diritto allo studio e il successo formativo anche degli studenti praticanti un’attività sportiva agonistica di alto livello.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliInterno
Altro

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

CAMPI SCUOLA (VELA, NEVE)

Attività sportive sulla neve e in acqua Area: Progetto area sportivo motoria

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione di attività sportive sulla neve e in acqua

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticaliRisorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Strutture sportive:Palestra

CORSI TECNICI PER ISTRUTTORI-STUDENTI DI VARIE DISCIPLINE SPORTIVE

Corsi tecnici per istruttori-studenti di discipline sportive Area: Progetto area sportivo- motoria

Obiettivi formativi e competenze attese

Formazione nelle diverse discipline sportive

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticali
Classi aperte parallele
Altro
Risorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Strutture sportive:Campo basket
Pallavolo all’aperto
Palestra

ATTIVITÀ LABORATORIALE DI FISIOLOGIA DELLO SPORT

Attività di laboratorio di fisiologia dello sport Area: Progetto area sportivo motoria

Obiettivi formativi e competenze attese

Il laboratorio di Fisiologia dello Sport, inserito all’Interno della sede di Via dell’Arboreto, sarà fruibile non solo dagli studenti del Liceo Sportivo ma da tutti gli studenti dei vari indirizzi del Polo Liceale Mazzatinti e dagli studenti della Scuola Media

Mastro Giorgio-Nelli, con la quale si prevede di realizzare progetti di collaborazione e studio attraverso la metodologia del peer to peer, in cui gli studenti del Liceo Sportivo, guidati dai docenti, collaboreranno con i ragazzi della Scuola Media. Il progetto di collaborazione sarà oggetto di specifico accordo tra le scuole, anche in funzione di un progetto di orientamento in entrata verso l’indirizzo sportivo. La Palestra, così come ristrutturata, è utilizzata dagli studenti dell’Indirizzo Sportivo e Scientifico, e si prevede l’apertura al pubblico, con l’idea di realizzare progetti in cui gli studenti del Liceo Scientifico Sportivo saranno tutor per l’approccio alle Discipline Sportive in cui saranno formati compresa L’arrampicata. Si prevede di realizzare progetti di ASL in cui con le varie associazioni sportive e non della città si realizzino mini corsi all’interno della Palestra. Si prevede l’apertura pomeridiana della scuola che sarà garantita con una riorganizzazione degli orari di docenti e personale ATA.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe
Classi aperte verticali
Classi aperte parallele
Altro
Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Strutture sportive:Campo basket
Pallavolo all’aperto
Palestra

CONOSCENZA DEGLI SPORT MINORI

Attività teoriche e pratiche Area: Progetto area sportivo-motoria

Obiettivi formativi e competenze attese

Promozione della conoscenza e della pratica degli sport minori

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe

Classi aperte verticali

Classi aperte parallele
Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Strutture sportive:Campo basket
Pallavolo all’aperto
Palestra

PROGETTO ARTE-TERAPIA

Area: Progetto inclusione

Obiettivi formativi e competenze attese

Integrare i ragazzi in difficoltà, facilitare la comunicazione mediante canali diversi, sviluppare le capacita di manipolare, sviluppare la creatività.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe
Altro
Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Disegno
Restauro

PROGETTO ‘SE FACCIO CAPISCO’

Attività laboratoriali Area: Progetto inclusione

Obiettivi formativi e competenze attese

Attività di laboratorio volte all’inclusione

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe
Classi aperte verticali
Classi aperte parallele
Altro
Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Restauro

PROGETTO PER LA GESTIONE DI STRATEGIE COMUNI E PRESA IN CARICO DEI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

Progetto, in collaborazione con l’amministrazione del Comune di Gubbio, per la gestione di strategie comuni e presa in carico dei bisogni educativi speciali Area: Progetto inclusione

Obiettivi formativi e competenze attese

Presa in carico dei bisogni educativi speciali

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticali
Classi aperte parallele
Altro
Risorse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

ORIENTAMENTO IN ENTRATA

Progetti di continuità con la Scuola Media ‘Mastro Giorgio-Nelli’ Il nostro Istituto invia, all’inizio di novembre, una serie di progetti rivolti alle classi terze. Tali progetti, che abbracciano una molteplicità di discipline, sono proposti da tutti e cinque gli indirizzi, direttamente nelle classi terze. Altre attività sono:

• Open Day del Liceo Mazzatinti

• Orientamento presso le Scuole medie del territorio

• Orientamento presso la Scuola Media ‘Mastro Giorgio-Nelli’

• “Liceale per un giorno”

Obiettivi formativi e competenze attese

Orientare gli alunni della scuola secondaria di primo grado a una scelta consapevole

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
AltroInterno

Risorse Materiali Necessarie:

Aule:Magna
Aula generica

ORIENTAMENTO IN USCITA

  • Incontri informativi presso il nostro Istituto con docenti di diverse Università sia statali che private (es. NABA e Mediazione Linguistica), rivolti agli alunni delle classi quinte di tutti gli indirizzi.
  • Incontri con le Forze Armate e Guardia di Finanza
  • Possibilità per i ragazzi di avere tutte le informazioni che vengono inviate alla scuola (per esempio sui Saloni di Bologna e Pesaro) in un’apposita cartella in classe.
  • Partecipazione di tutte le classi quinte al Salone dell’Università di Perugia

Obiettivi formativi e competenze attese

Orientamento degli alunni delle classi quinte per una scelta universitaria consapevole

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe

Classi aperte parallele
Risosrse professionali interne ed esterne

Risorse Materiali Necessarie:

Aule:Magna

EDUCAZIONE CIVICA DIGITALE

Attività volte a costruire strategie positive per affrontare la straordinaria disponibilità di tecnologie, informazione e comunicazione. Area: Cittadinanza attiva e democratica

Obiettivi formativi e competenze attese

Sviluppo di una piena cittadinanza digitale che passa anche e soprattutto dalla capacità degli studenti di appropriarsi dei media digitali, passando da consumatori passivi a consumatori critici e produttori responsabili di contenuti e nuove architetture

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Gruppi classe

Classi aperte verticali

Classi aperte parallele
Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Informatica
Aule:Aula generica

VIVI GUBBIO

Lezioni itineranti e partecipazione a eventi culturali sempre con la presenza della coordinatrice Incontri con esperti di storia dell’arte Incontri con referenti Ufficio Cultura Area: Progetto vivere l’arte

Obiettivi formativi e competenze attese

Implementare le conoscenze inerenti al patrimonio artistico culturale e acquisire competenze relazionali ed espositive come accompagnatori turistici.

DESTINATARIRISORSE PROFESSIONALI
Classi aperte verticali
Altro
Interno

Risorse Materiali Necessarie:

Laboratori:Con collegamento ad Internet
Aule:Aula generica

ATTIVITÀ PREVISTE IN RELAZIONE AL PNSD

STRUMENTI   ATTIVITÀ
ACCESSO
Fibra e banda ultra-larga alla porta di ogni scuola
Accesso alla banda ultra larga, nell’ambito del Piano Nazionale Banda Ultralarga del MISE

Cablaggio interno di tutti gli spazi delle scuole (LAN/W-Lan)
Completamento dell’infrastruttura e dei punti di accesso alla rete LAN/W-Lan, finanziato a valere sul PON “Per la scuola” 2014-2020

Canone di connettività: il diritto a Internet parte a scuola
Promozione del diritto a internet grazie al miglioramento della connettività, a valere su contributo annuale del MIUR dedicato al canone per la connessione a internet, in accordo con Regione e comune
SPAZI E AMBIENTI PER L’APPRENDIMENTO – Ambienti per la didattica digitale integrata
Realizzazione di aule disciplinari multimediali come ambienti per la didattica digitale integrata, ideali per la fruizione sia individuale che collettiva, funzionali tanto al percorso di apprendimento degli studenti che alla formazione dei docenti interna alla scuola o sul territorio

Linee guida per politiche attive di BYOD
(Bring Your Own Device)
Promozione, con standard e politiche chiare, del possibile uso di dispositivi privati in determinate attività scolastiche, nell’ambito delle politiche attive per il BYOD. Educazione a un corretto ed efficace utilizzo dei dispositivi digitali personali da parte degli studenti nell’ambito delle politiche attive per il BYOD, in accordo con le linee guida che verranno elaborate dal MIUR in collaborazione con AGID e con il Garante della Privacy

– Piano per l’apprendimento pratico
(Sinergie – Edilizia Scolastica Innovativa)
Potenziamento dei laboratori tematici e caratterizzanti del Polo liceale (artistici, informatici, linguistici, scientifici etc.) anche in chiave digitale
AMMINISTRAZIONE DIGITALE Digitalizzazione amministrativa della scuola
Miglioramento e ricerca di nuove soluzioni abilitanti e
digitalizzazione della scuola

– Strategia “Dati della scuola”
Perfezionamento di una strategia dati da tempo adottata dal
Polo liceale improntata a trasparenza, efficienza e tutela della
privacy (es. albo online per bandi e indagini di mercato)

COMPETENZE E CONTENUTI ATTIVITÀ
COMPETENZE DEGLI STUDENTI – Un framework comune per le competenze digitali degli studenti
Promozione e uso attivo delle dinamiche tecnologiche e online, con la possibile proposta di percorsi su temi inerenti, anche trasversalmente, ai diversi indirizzi di studio (es. la comunicazione e l’interazione digitale; le dinamiche di generazione, analisi, rappresentazione e riuso dei dati; l’arte digitale, la gestione digitale del cultural heritage; la lettura e la scrittura in ambienti digitali e misti, il digital storytelling, la creatività digitale); attenzione per una didattica per competenze che non prescinda dalle competenze digitali e dall’educazione ai media degli studenti

– Scenari innovativi per lo sviluppo di competenze digitali
applicate
Valorizzazione delle competenze digitali già possedute dai docenti e promozione delle dinamiche di lavoro in gruppo e
di peer learning
DIGITALE, IMPRENDITORIALITA’ E LAVORO – Un curricolo per l’imprenditorialità (digitale)
Individuazione di percorsi di imprenditorialità digitale volti a sviluppare competenze di base per risolvere problemi, assumere decisioni ponderate, saper calcolare rischi, costi, benefici e opportunità, organizzare le azioni in base alle priorità, ideare e gestire progetti e iniziative, agire in modo flessibile in contesti mutevoli

– Girls in Tech & Science
Adozione di azioni specifiche sul confidence gap, anche in linea con l’azione di coordinamento del MIUR, per promuovere la propensione delle studentesse verso carriere in ambiti tecnologici e scientifici
CONTENUTI DIGITALI – Promozione delle Risorse Educative Aperte (OER) e linee guida
su autoproduzione dei contenuti didattici

Utilizzo e autoproduzione di varie tipologie di risorse digitali disponibili per la didattica, in accordo con le linee guida sul tema annunciate dal MIUR, contenenti criteri chiari per valutare l’efficacia e l’utilizzabilità tecnica delle risorse medesime

– Biblioteche Scolastiche come ambienti di alfabetizzazione
Individuazione di attività di promozione della lettura grazie alla valorizzazione della biblioteca scolastica, da un lato, e della rete e di strumenti digitali, dall’altro, per combattere il disinteresse verso la lettura stessa e le difficoltà di comprensione
FORMAZIONE E ACCOMPAGNAMENTO ATTIVITÀ
FORMAZIONE DEL PERSONALE – Alta formazione digitale
Promozione della formazione in servizio del personale scolastico (docenti, dirigenti scolastici, DSGA etc.) per l’innovazione didattica e organizzativa, sia attivando percorsi formativi interni alla scuola, sia intercettando proposte avanzate da reti di snodi formativi territoriali
ACCOMPAGNAMENTO – Un animatore digitale in ogni scuola
Individuazione di un animatore digitale

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

ORDINE SCUOLA: SCUOLA SECONDARIA II GRADO

NOME SCUOLA: “G. MAZZATINTI” – PGPC02401V LICEO ARTISTICO GUBBIO – PGSD02401C

Criteri di valutazione comuni: La valutazione complessiva avviene attraverso il lavoro del Consiglio di classe, che sceglie comuni criteri e parametri di riferimento e valuta periodicamente l’efficacia del lavoro didattico. Per la valutazione in ciascuna disciplina dovrà essere impiegata tutta la gamma dei voti da 1 a 10, utilizzando eventualmente anche il mezzo punto (ad esclusione dei consigli di classe di scrutinio) e usando le griglie di valutazione condivise e approvate nell’ambito dei dipartimenti disciplinari. Sarà possibile utilizzare altre scale che dovranno essere rapportate in decimi. Per le materie che prevedono solo il voto orale una delle prove può essere sostituita da una verifica scritta oggettiva (questionario, test ecc.) ma, in caso di esito negativo, sarà prevista un’ulteriore prova orale. Le prove orali NON POSSONO ESSERE TOTALMENTE SOSTITUITE DA PROVE SCRITTE. Le prove scritte dovranno essere programmate, con un congruo preavviso di norma non inferiore e 5 giorni e in modo da non prevederne possibilmente più di una al giorno, annotando sul registro elettronico il giorno e l’ora con l’indicazione della prova scritta prevista. Per le classi quinte potranno essere effettuate verifiche che simulino le tipologie previste per l’Esame di Stato con griglie di valutazione rapportate a ventesimi e condivise nei dipartimenti disciplinari (griglie che faranno parte del documento della classe e saranno presentate alla commissione d’esame). Per ciascun quadrimestre ciascun docente dovrà effettuare almeno tre verifiche tra scritte e orali per le materie che prevedono sia lo scritto che l’orale; almeno due verifiche (anche di diversa tipologia, ad esempio test, questionari ecc, mantenendo almeno una verifica orale) per le materie che prevedono solo l’orale; almeno due verifiche pratiche e almeno una verifica orale per le materie che prevedono sia il pratico che l’orale. La valutazione deve essere comunicata per favorire la consapevolezza dello studente. I docenti si impegnano a comunicare la votazione delle prove orali entro la giornata in cui si sono svolte annotando l’esito sul registro elettronico . I docenti devono comunicare con almeno tre giorni di anticipo la data di effettuazione delle prove scritte e restituire le stesse, con le valutazioni, entro un ragionevole periodo dalla data di effettuazione e comunque almeno due settimane prima dello svolgimento della prova successiva. I docenti si impegnano ad esporre chiaramente agli studenti la motivazione del voto di tutte le prove , anche in conformità a quanto prescritto dalla legge 241/90 sulla trasparenza degli atti amministrativi, utilizzando le griglie di valutazione adottate in sede di dipartimento disciplinare. I segni convenzionali (es +, -) per la valutazione potranno essere usati solo se esplicitati in legenda nel registro elettronico , indicando sempre la loro incidenza ai fini della valutazione. Il numero di assenze degli alunni non è di per sé preclusivo della valutazione del profitto in sede di scrutinio finale, purché il giudizio favorevole possa essere desunto da un congruo numero di verifiche, classificate durante ciascun quadrimestre. Il “non classificato” verrà assegnato in sede di scrutinio quando per una o più materie non sia stato possibile assegnare alcun voto nel quadrimestre a causa di assenze dello studente o di altri motivi documentati. In sede di scrutinio finale il “non classificato” in una disciplina non consentirà l’ammissione alla classe successiva o agli Esami di Stato. In caso di insufficiente numero di verifiche (scritte e/o orali) rispetto al limite fissato, per motivi giustificati (es. assenza per malattia dello studente) in sede di scrutinio di primo periodo e/o finale il consiglio di classe valuterà se classificare l’alunno assegnando una valutazione oppure no, sentito il parere del docente titolare della disciplina. L’“impreparato“(i) riferito a verifiche orali, assegnato perché l’alunno dichiara di non essere preparato e non vuole sottoporsi a verifica orale, non è una valutazione e NON PUÒ essere trasformato in un voto (esempio 1 o 2), in quanto il voto può essere assegnato solo in base alle risposte dell’alunno a domande formulate da parte del docente; in base alla griglia di valutazione , se l’alunno non risponde a nessuna domanda, si attribuisce il voto minimo della griglia di valutazione. Gli elaborati scritti (compresi i test e verifiche scritte oggettive sostitutive delle verifiche orali), corretti e valutati dai docenti e visionati dagli studenti, dovranno essere depositati in appositi cassetti/contenitori/armadi.

Criteri di valutazione del comportamento: Per la valutazione del comportamento vengono adottati i seguenti criteri: 1) Frequenza e puntualità 2) Attenzione, interesse, partecipazione, atteggiamento nel gruppo classe 3) Rispetto delle norme, atteggiamento nei confronti dei compagni e delle componenti scolastiche 4) Sanzioni disciplinari

ALLEGATI: GRIGLIA_DI_VALUTAZIONE_DELLA_CONDOTTA_DEGLI_STUDENTI.pdf

Criteri per l’ammissione/non ammissione alla classe successiva: CRITERI GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DEGLI SCRUTINI FINALI (ESCLUSE CLASSI QUINTE) Premessa comune per tutte le classi (ad eccezione delle classi V per le quali sono in vigore specifiche norme) 1) I criteri generali definiti dal Collegio forniscono delle linee guida comuni per le valutazioni finali di cui è titolare, in ultima istanza, il Consiglio come Collegio perfetto. 2) Ai fini della valutazione di fine anno è opportuno distinguere il biennio dal triennio. Il biennio si configura infatti come unico ciclo didattico di carattere orientativo, al termine del quale si accertano le competenze necessarie per il prosieguo del percorso scolastico. 3) Definizione di ‘debito’. Non vi è corrispondenza automatica tra insufficienza e debito. L’insufficienza si configura come debito quando risponde alle caratteristiche di gravità, persistenza nel corso dell’anno, riscontrabilità nelle diverse prove e verifiche adottate nel corso dell’anno. In tal caso, nel sospendere il giudizio finale, il Consiglio è tenuto ad indicare il corso di recupero funzionale alle criticità riscontrate e il tipo di prova da sostenere (scritta e/o orale). 4) In tutti gli altri casi il Consiglio potrà valutare che lo studente è in grado, con un supplemento di studio individuale o tramite i corsi di potenziamento, di raggiungere la piena sufficienza. In tal caso il docente titolare della disciplina interessata potrà assegnare un voto di sufficienza nello scrutinio finale, indicando direttamente allo studente lo specifico programma di lavoro da realizzare nel corso dei mesi estivi. Nella fase iniziale dell’anno scolastico il docente provvederà alla verifica del lavoro svolto, secondo modalità autonomamente individuate. Biennio e triennio Tenuto conto di quanto sopra, bocciature e debiti dovranno costituire nelle prime classi una motivata eccezione. Al termine del II anno occorrerà una valutazione che tenga conto delle capacità dello studente di passare al triennio. La bocciatura resta un giudizio estremo motivato da un andamento persistentemente negativo tale da configurare almeno più di tre gravi insufficienze del valore di debito. Fino a tre gravi insufficienze si procederà prevalentemente all’attribuzione del debito. Gli stessi criteri varranno per il III e IV anno.

Criteri per l’attribuzione del credito scolastico: CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO PER LE CLASSI DEL TRIENNIO approvati dal Collegio dei docenti del 25 settembre 2018 con delibera n. 9/2018-2019 A) Le “bande di oscillazione”, comprensive degli elementi di cui al punto due, saranno oggetto di valutazione globale. Il credito scolastico attribuito sarà motivato su apposita scheda prestrutturata facente parte integrante del verbale della riunione del Consiglio di classe. Si terrà conto dell’incidenza sul credito scolastico delle norme di cui al D.P.R. 249/98 (Statuto delle Studentesse e degli Studenti) e successive modifiche ed integrazioni di cui al D.P.R. 293/07. B) Le “bande di oscillazione” sono comprensive di tutte le voci inerenti il credito scolastico e cioè: 1. QUALITÀ della PARTECIPAZIONE AL DIALOGO EDUCATIVO L’indicatore viene attribuito se il voto riportato in condotta è uguale o superiore a 8 ( ≥8 ) e/o in considerazione dell’efficacia del ruolo di rappresentante 2.
PARTECIPAZIONE ALLE ATTIVITÀ PROGETTUALI ED INTEGRATIVE ISTITUZIONALIZZATE NEL P.O.F. (AGGIUNTIVE ALL’ORARIO CURRICOLARE) :

  • laboratorio teatrale;
  • giornale d’Istituto;
  • attività sportive;
  • gemellaggi – scambi culturali;
  • l’inglese con gli inglesi o seconda lingua straniera;
  • corsi disciplinari o afferenti a materie specifiche o approfondimenti proposti da docenti interni in orario pomeridiano o extracurricolare (minimo 10 ore);
  • attività seminariali extracurricolari con certificazione della frequenza per almeno dieci ore. 3.

RENDIMENTO POSITIVO nell’Insegnamento della Religione Cattolica o nell’attività alternativa predisposta dalla scuola ( Valutazione conseguita: Distinto/Ottimo) 4. CREDITO FORMATIVO “ESTERNO” E SUA RICADUTA NON CONTRASTIVA CON L’ESPERIENZA SCOLASTICA ( Verranno prese in considerazione non più di tre qualificate esperienze esterne . A. Saranno presi in considerazione i crediti formativi relativi a programmi posti in essere da Enti o società pubbliche o private dietro adeguata prova di versamenti assistenziali-previdenziali attestati mediante copia di Bollettino e modello F24 o altre modalità assicurative previste dalla normativa vigente. B. Sono congrue al corso di studi per la loro valenza formativa esperienze legate all’attività sportiva agonistica e del volontariato, oltre a tutte quelle esperienze aventi rilevanza cognitiva, come le certificazioni linguistiche internazionali e le attività in collaborazione con le Università. C. La valutazione relativa ai crediti formativi “esterni” non sarà effettuata dal competente Consiglio di Classe se essi non dovessero avere una durata di almeno 30 gg . (per le attività perduranti nel corso dell’intero anno scolastico, sarà necessario fornire un attestato con precisa indicazione temporale, comunque non inferiore a 40 ore di impegno). Fa eccezione il credito intensivo di tipo cognitivo se sistematico nel tempo (almeno 16 ore sul territorio o 10 ore per quelli fuori sede) e la partecipazione a stage con enti esterni della durata di 36/40 ore.

AZIONI DELLA SCUOLA PER L’INCLUSIONE SCOLASTICA

ANALISI DEL CONTESTO PER REALIZZARE L’INCLUSIONE SCOLASTICA
INCLUSIONE

Punti di forza

La scuola realizza attivita’ per favorire l’inclusione degli studenti con disabilita’ nel gruppo dei pari. Queste attivita’ riescono a favorire l’inclusione degli studenti con disabilita’. La scuola si prende cura di BES e DSA con scambi tra famiglie e operatori dei servizi socio-sanitari, attivita’ di aggiornamento e i piani didattici personalizzati sono aggiornati con regolarita’. La scuola realizza attivita’ di accoglienza attraverso corsi di lingua per gli studenti stranieri da poco in Italia, sebbene ci sia una presenza minima di tali alunni. La scuola realizza attivita’ su temi interculturali attraverso gli scambi culturali e i progetti Erasmus+ che favoriscono la valorizzazione della diversita’ e la promozione delle relazioni interpersonali.

Punti di debolezza

Non e’ stata fatta una verifica del raggiungimento degli obiettivi contenuti nel Piano annuale per l’inclusione

Recupero e potenziamento

Punti di forza

Gli interventi realizzati per rispondere alle difficolta’ di apprendimento degli studenti sono organizzati in: gruppi di livello all’interno delle classi; sportello per il recupero; corsi di recupero pomeridiani e giornate dedicate al recupero e al potenziamento.Sono previste rilevazioni volte a monitorare e valutare i risultati raggiunti dagli studenti con maggior difficolta’ e questi risultano efficaci, visto il basso tasso di non ammessi alle classi successive. La scuola realizza interventi di potenziamento volti a valorizzare le eccellenze con la partecipazione a corsi, competizioni e concorsi esterni alla scuola, che hanno determinato successi e riconoscimenti anche a livello nazionale. Nel lavoro d’aula gli interventi individualizzati in funzione dei bisogni educativi degli studenti vengono proposti sotto forma di lavori di gruppo, ricerche individualizzate, letture, peer-education e cooperative-learning. Tali interventi vengono realizzati laddove se ne presenti la necessita’.

Punti di debolezza

Le attivita’ di recupero in orario extra-curricolare sono penalizzate per la mancanza di risorse economiche e anche per la mancanza di adeguati laboratori multi-mediali volti alla personalizzazione degli interventi.

Composizione del gruppo di lavoro
per l’inclusione (GLI):
– Dirigente Scolastico
– Docenti curriculari
– Docenti di sostegno
– Personale A.T.A.
– Specialisti ASL
– Associazioni
– Famiglie

DEFINIZIONE DEI PROGETTI INDIVIDUALI

Processo di definizione dei Piani Educativi Individualizzati (PEI):

I processi di definizione dei PEI si realizzano nei Consigli di Classe, dopo aver consultato famiglie e Personale ASL.

Soggetti coinvolti nella definizione dei PEI:

Dirigente scolastico, docente curricolare, docente di sostegno, personale ATA, personale ASL, famiglie e studenti

MODALITÀ DI COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE

Ruolo della famiglia:

Partecipazione a GLI è ai CdC

Modalità di rapporto

SCUOLA – FAMIGLIACoinvilgimento in progetti di inclusione

Coinvolgimento in attività di promozione della comunità educante

RISORSE PROFESSIONALI INTERNE COINVOLTE

ASSISTENTE EDUCATIVO CULTURALE (AEC) Attività laboratoriali integrate (classi aperte, laboratori
protetti, ecc.)
PERSONALE A.T.AAssitenza alunni disabili
ASSISTENTI ALLA COMUNICAZIONEAttività individualizzate e di piccoli gruppi
DOCENTI DI SOSTEGNORapporti con le famiglie
ASSISTENTI ALLA COMUNICAZIONE Attivita laboratoriali integrate (classi aperte, laboratori protetti,
ecc.)
DOCENTI CURRICOLARI
(COORDINATORI DI CLASSE E SIMILI)
Partecipazione a GLI
DOCENTI DI SOSTEGNO Partecipazione a GLI
DOCENTI CURRICOLARI
(COORDINATORI DI CLASSE E SIMILI)
Rapporti con le famiglie
DOCENTI DI SOSTEGNOAttivita laboratoriali integrate (classi aperte, laboratori protetti,
ecc.)
ASSISTENTE EDUCATIVO CULTURALE (AEC) Attività individualizzate e di piccoli gruppi
DOCENTI CURRICOLARI
(COORDINATORI DI CLASSE E SIMILI)
Tutoraggio alunni
DOCENTI DI SOSTEGNO Attività individualizzate e di piccoli gruppi

RAPPORTI CON SOGGETTI ESTERNI

UNITA’ DI VALUTAZIONE MULTIDISCIPLINAREProcedure condivise di intervento sulla disabilità
RAPPORTI CON PRIVATO SOCIALE E VOLONTARIATOProgetti a livello di reti di scuole
RAPPORTI CON GLIR/GIT/SCUOLE POLO PER L’INCLUSIONE TERRITORIALEProgetti territoriali integrati
RAPPORTI CON PRIVATO SOCIALE E VOLONTARIATOProgetti territoriali integrati
RAPPORTI CON GLIR/GIT/SCUOLE POLO PER L’INCLUSIONE TERRITORIALE Progetti integrati a livello di singola scuola
UNITA’ DI VALUTAZIONE MULTIDISCIPLINARE Procedure condivise di intervento su disagio e simili

VALUTAZIONE, CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO

Criteri e modalità per la valutazione: I criteri e le modalità di valutazione vengono stabiliti dalle indicazioni generali del Dirigente scolastico e le griglie prodotte in sede di Dipartimenti.

Continuità e strategie di orientamento formativo e lavorativo: Incontri con aziende ed enti deputati alla formazione